Diagnostica ed evoluzione dei sistemi di analisi in campo; di questo si è parlato ieri in Mecoil, nell’oramai consueto appuntamento con il mondo dell’automotive, ma non solo.

 

Una splendida giornata primaverile per accogliere i nostri amici, colleghi, ed in generale appassionati di ciò che “serve” a far meglio funzionare i propri assets strategici.

Ad aprire i lavori, affascinando il pubblico presente con la sua non comune competenza in tali campi di indagine, l’Ing. Mario Manganelli di Aprilia Racing, di umore anche migliore del solito per i buoni risultati conseguiti in questo inizio di campionato.

Lo ha ascoltato con attenzione una platea numerosa (seppur con defezioni dovute ad impegni inderogabili o a problemi di salute) anche grazie ad interessanti iscrizioni “last minute”. Gli argomenti trattati avevano per “focus” il progressivo spostamento verso l’azienda (o il campo come suol dirsi) delle competenze e tecnologie preposte ai controlli non distruttivi, ed in particolar modo a strumenti compatti, per un rapido e puntuale “check” dei lubrificanti in esercizio. Il tutto in collaborazione con Spectro Scientific con cui da oltre 25 anni esiste un fattivo rapporto di collaborazione.

A questa prima fase di screening “passa/non passa” si possono poi prevedere gli approfondimenti del caso presso un laboratorio qualificato.

Si è anche parlato delle grandi prospettive, seppur tra grandi difficoltà logistiche del sistema Monitoil® .

Tra i momenti risultati di maggior interesse, l’intervento curato da Paccagnini e Desideri, per la messa a punto di un percorso virtuoso utile ad ovviare alle più comuni carenze da parte delle tecnologie (da sole non bastano!) ma soprattutto degli operatori che devono confrontarsi con situazioni sempre più cogenti ed impegnative. Si è convenuto che è necessario insistere su formazione, cultura delle tecniche di manutenzione in generale, ed in particolare sulle “best practices” per tenere sotto controllo gli apparecchi, fino ad un circuito di correlazione tra apparecchi e laboratori per valutare le eventuali cause di scostamento del dato da un “campione di riferimento”.

Il pranzo curato da Bachini e Bellini in stile “street food” ha alleggerito e vivacizzato l’impegnativa giornata.

Un cordiale arrivederci a tutti i partecipanti, in attesa del prossimo meeting in sintonia con i suggerimenti pervenutici.

Diagnostica a portata di mano
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail this to someonePrint this page