Mecoil Diagnosi Meccaniche da tempo segue con grande attenzione gli sviluppi dei processi collegati al mondo dell’industria digitale, in tutti i suoi aspetti. Il dialogo tutto digitale “MtM” ovvero Machine to machine ancora in fase di sviluppo è attualmente pensato come “MtL” Machine to Laboratory, attraverso una interfaccia digitale “Permantenere”. Il processo richiedeva tuttavia un adeguamento dei passaggi, specie in fase di accettazione/gestione del campione in arrivo. In Mecoil, ben consci della differenza tra “virtuale” ed immateriale abbiamo deciso di investire risorse, realizzando il progetto “Paper Free Lab” finalizzato allo sviluppo di un nuovo ramo del software gestionale dell’azienda, per gestire al meglio il flusso dei dati a corredo dei campioni in analisi. Le analisi olio in esercizio (simili proceduralmente alle analisi del sangue per gli esseri umani) ed il valore diagnostico che scaturisce da tali controlli sono il nostro vero “core business”, da cui dipendono scelte strategiche vitali per le numerose aziende che si affidano ai ns controlli. Non possiamo quindi esimerci dal rendere tale percorso il più snello ed al tempo stesso sicuro (tracciabilità del dato) possibile. L’integrazione di un barcode all’interno del processo produttivo ha reso possibile automatizzare l’associazione della documentazione al campione, escludendo la riconciliazione manuale dei documenti cartacei. Inoltre implementando il software “Permantenere”, si è resa possibile una consultazione remota delle informazioni tramite qualunque dispositivo: pc, tablet o smartphone. Da ciò è scaturito il progetto “Paper Free Lab” tramite l’attivazione di una consulenza specialistica da parte dell’azienda Dr. Wolf srl per servizi di innovazione di prodotto. Il progetto è stato cofinanziato dal POR CREO 2014 – 2020 nell’ambito del Bando Microinnovazione.

Industria 4.0 e dematerializzazione dei documenti
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail this to someonePrint this page