Ingranaggio

Fino ad una quindicina di anni fa, un moltiplicatore o riduttore di giri era generalmente una macchina molto robusta, il più delle volte sovradimensionata e con volumi di olio importanti. Oggi la produzione esasperata, con margini di profitto sempre più ridotti, ha fatto sì che anche macchine all’apparenza semplici come queste abbiano bisogno di una progettazione molto spinta, dove vengono richiesti ingombri sempre minori con rapporti di riduzione o moltiplicazione importanti, in minimi volumi di olio. Un ingranaggio è oggi molto più stressato che in passato, con carichi e temperature operative molto elevati. La vita utile del lubrificante si è generalmente molto ridotta, pur non preservando il sistema da avarie. Solo un’analisi dell’olio che tenga sottocontrollo regolarmente il rilascio dei parametri metallici tramite Spettrometria RDE, con un occhio di attenzione particolare ad i codici di contaminazione ISO 4406 ed alla corretta Viscosità del lubrificante, può preservare la macchina da guasti imprevisti e consentire di gestire nella maniera corretta le cariche olio.

Contattaci

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail this to someonePrint this page