Oggi nella sala delle feste del palazzo del Consiglio regionale toscano si è tenuta la cerimonia per la premiazione dei partecipanti alla seconda edizione del “Premio Impresa + Innovazione + Lavoro” a cui hanno partecipato numerose Onlus, “Start up” e diverse Imprese del territorio. Vedi: http://www.consiglio.regione.toscana.it/default.aspx?nome=premioimpresa2014

La giuria di cui facevano parte numerosi rappresentanti di Enti territoriali tra cui la Fondazione per la Ricerca e l’Innovazione ha conferito il premio per le PMI al Dott. G. Adriani in qualità di Amministratore della Mecoil Diagnosi Meccaniche Srl per il progetto “MIDA” (Intelligenza Artificiale per l’Automazione della Diagnostica).

Un sistema pensato ed in gran parte già sviluppato in collaborazione con Resolvo Srl e l’Università di Firenze per rendere più rapida e puntuale la diagnosi di eventuali malfunzionamenti di un “sistema macchina” attraverso i controlli online del fluido lubrificante. Si tratta di un mix di tecnologie e sensori specifici interfacciati su di una piattaforma web che consente in tempo reale di acquisire i principali dati operativi dell’olio in esercizio, comunicandoli ad una “intelligenza artificiale” capace di effettuare un primo screening dei dati grezzi. A seguito di questo primo filtro è possibile decidere se e come intervenire (eventualmente anche in campo) per le necessarie azioni correttive.

La cerimonia molto affollata da parte di una eterogenea platea di interlocutori qualificati della imprenditoria toscana, è stata occasione da parte dell’Assessore Simoncini e del Consigliere Lazzeri (tra i principali artefici di questa interessante iniziativa) per ricordare ai presenti il significato della parola “innovazione” e riqualificazione delle imprese. Le risorse economiche sono importanti ma da sole non sufficienti a rilanciare un’economia altrimenti stagnante; la voglia di rinnovare può essere la molla che fa ripartire il volano della nostra regione, ma non solo.

Un premio alla innovazione
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail this to someonePrint this page